ALTOSTRATUS OPACUS

GENERE DELLA NUBE: Altostratus
SPECIE DELLA NUBE:
VARIETA’ DELLA NUBE: Opacus
PARTICOLARITA’ SUPPLEMENTARI E NUBI ACCESSORIE:
DATA E ORA DELLO SCATTO: Venerdì 16 Settembre ore 19.00
LOCALITA’ OVE E’ STATO ESEGUITO LO SCATTO: Cadoneghe PD

FOTOGRAMMA DELLA NUBE

ANALISI SINOTTICA
Nel tardo pomeriggio-sera di ieri il nord Italia era posizionato sul ramo ascendente di un’ondulazione ben visibile nel modello a 300hpa. Si crea una situazione di instabilità atmosferica limitata esclusivamente all’alta troposfera; le nubi considerate sono difatti cirri, cirrostrati e in questo caso altostrati.

L’arrivo del cavo d’onda avviene in concomitanza con lo spostamento della massa d’aria più calda verso est. Non si verificano cali di geopotenziale.


Nel ramo ascendente dell’ondulazione il flusso in quota acquista velocità, come si vede sotto; ma soprattutto l’atmosfera diviene più instabile per l’aumento dell’umidità.

Cirrostrati e cirri erano comparsi già nella tarda mattinata-primo pomeriggio: erano velature sottili e tra l’altro non particolarmente estese per essere cirrostrati. Col passare delle ore i cirrostrati si sono ispessiti e attorno alle 18.30 compaiono delle velature opache a livelli certamente più bassi.

Le foto esaltano questa diversità di livelli (soprattutto la terza, poiché mostra al centro un biancastro cirrostratus fibratus e più in basso un altostratus opacus, a mio modo di vedere); tuttavia la diversità del livello non presuppone la diversità di genere nefologico; in realtà quegli strati opachi potrebbero essere dei cirrostrati più bassi, e onestamente parlando trovare differenze tra i due veli, esclusa la qualità cromatica, è un pò difficile.

Ma tant’è, non si può sempre pretendere tutto dalla nefologia.

Ultima osservazione, non meno importante delle precedenti. Nella prima e nell’ultima immagine si osservi la direzione dei fasci nuvolosi: la direzione SO – NE rispecchia la direzione del flusso in quota a 300hpa. Chiarirebbe ancora meglio l’immagine satellitare.

ALTRI FOTOGRAMMI